Senza categoria

Costi di gestione di un immobile

Posted at 27 Ottobre 2016 | By : | Categories : Senza categoria | 0 Comment
Costi di gestione di un immobile

 

Possiamo suddividere i costi di gestione di un immobile in 3 categorie:

  • Costi per le UTENZE (riscaldamento, acqua calda sanitaria, acqua ed energia elettrica);

  • Costi per interventi di MANUT. STRAORDINARIA/RISTRUTTURAZIONE;

  • Costi per le IMPOSTE.


Incrociando un insieme di dati raccolti relativi ad un edificio residenziale medio e un nucleo familiare di 4 persone, (fonti Istat, Enea e altri studi) emerge che l’incidenza di tali costi in termini percentuali, si può così riassumere:

  • Costi per le UTENZE circa 70% ( riscaldamento e ACS circa 60%, acqua circa 9%, energia elettrica circa 30%);

  • Costi per interventi di MANUTENZIONE, ecc. circa 8%;

  • Costi per le IMPOSTE circa 22%.


L’ultimo dato interessante che voglio fornire è che la spesa media annua, relativa ai soli costi per le UTENZE, si aggira mediamente intorno ai 2.500€, numero che può aprire indubbiamente molteplici spunti di riflessione.

Primo fra tutti è quello sicuramente di cercare di ridurre tali costi, visto che, nel proseguo degli anni e come il passato c’insegna, tenderanno inevitabilmente ad aumentare, compromettendo ancor di più il bilancio economico delle famiglie. Ora mentre non possiamo intervenire, se non indirettamente, sui costi inerenti le imposte, possiamo invece farlo sia sui costi relativi agli interventi di carattere edilizio, sia sui costi connessi alle utenze, perché dipendenti rispettivamente, da nostre scelte tecniche e dal nostro stile di vita. Non dobbiamo infine ma soprattutto dimenticare i benefici che, da tali azioni, ne trarrebbe il nostro ambiente, a tal proposito vorrei citare una celebre frase che dice: non ereditiamo il mondo dai nostri padri, ma lo prendiamo in prestito dai nostri figli!

Nel presente articolo tratteremo i temi delle utenze facendo un riepilogo dei costi sostenuti da un nucleo familiare di 4 persone per un edificio residenziale medio e dando delle linee guida generali da seguire per raggiungere l’obiettivo di riduzione dei costi di gestione.

Nei  prossimi articoli approfondiremo le linee guida generali e affronteremo il tema relativo agli interventi edilizi.

ENERGIA ELETTRICA

  • Spesa media annua € 500-750;

  • L’acquisto di energia prodotta da fonti fossili comporta un costante aumento nel tempo dei costi in bolletta;

  • Ricordare che per 1 Kw di energia prodotta da fonti fossili, si immettono in atmosfera 0,75 kg di CO2;

  • Utilizzare energia prodotta da fonti rinnovabili;

  • Un immobile efficiente dal punto di vista energetico ha un valore di mercato maggiore;

  • Gli interventi di riqualificazione energetica sono soggetti ad incentivazione fiscale;

  • Sfruttare l’illuminazione naturale e il giusto orientamento degli ambienti;

  • Utilizzare elettrodomestici di Classe A+ e superiori;

  • Utilizzo razionale degli elettrodomestici;

  • Utilizzare lampade ad alta efficienza energetica;

  • Gestire elettrodomestici e impianti con la domotica;

  • Utilizzare prese intelligenti;

  • Utilizzare gli accumulatori di energia;

  • Efficientare l’impianto elettrico;

  • L’importanza della diagnosi energetica.


RISCALDAMENTO e ACS

  • Spesa media annua € 1.300-1.900;

  • Gli impianti funzionanti con energia prodotta da fonti fossili (gasolio, gpl, metano, ecc.) comportano un costante aumento nel tempo dei costi in bolletta;

  • Prevedere un ottimo isolamento dell’involucro (edificio abitativo) e degli infissi;

  • Installare impianti funzionanti con energia prodotta da fonti rinnovabili;

  • Un immobile efficiente dal punto di vista energetico ha un valore di mercato maggiore;

  • Gli interventi di riqualificazione energetica sono soggetti ad incentivazione fiscale;

  • Sfruttare l’illuminazione naturale e il giusto orientamento degli ambienti;

  • Porre l’attenzione anche sul raffrescamento estivo;

  • Prevedere la ventilazione naturale e artificiale degli ambienti;

  • Installare valvole termostatiche;

  • Installare pellicole termoriflettenti;

  • Installare cronotermostati ambiente;

  • Prevedere la contabilizzazione del calore;

  • Prevedere una gestione intelligente delle tapparelle;

  • Prevedere schermature solari;

  • Prevedere giardini pensili e/o tetti verdi;

  • Prevedere l’ombreggiatura dell’edificio;

  • Il range delle temperature deve essere 18-26°C;

  • L’importanza della diagnosi energetica.


ACQUA

  • Spesa media annua € 250 .ca;

  • Come risparmiare l’acqua potabile;

  • Recupero delle acque piovane e sistemi di accumulo;

  • Recupero delle acque di scarico.


 

 

 

About Stefano

Leave a Comment