Senza categoria

Energia Elettrica

Posted at 12 maggio 2017 | By : | Categories : Senza categoria | 0 Comment
Energia Elettrica

 

€ 500-750 è la spesa media annua che sostiene un  nucleo familiare di 4 persone che vive in un edificio residenziale di medie dimensioni e che impegna una utenza domestica con potenza di 3 Kw.

Oltre la spesa di cui sopra è importante fornire anche i seguenti dati:

La distribuzione dei consumi in termini di Kwh che può essere così suddivisa:

 

  • 70% per riscaldamento e condizionamento;

  • 12% per la produzione di acqua calda sanitaria (ACS);

  • 15% per gli elettrodomestici;

  • 3% per l’illuminazione.


 

L’incidenza dei consumi in termini di Kwh relativa agli elettrodomestici:

 

  • Frigorifero 30%;

  • Computer, stampanti, fax, fotocopiatrici, monitor, ecc. 30%;

  • Lavatrice 20%;

  • Lavastoviglie 14%;

  • Apparecchiature varie 6%.


 

E infine il costo medio in bolletta per ogni Kwh consumato, che varia mediamente da 0,20 a 0,25 € (questo valore si ottiene dividendo l’importo della bolletta per il numero di Kwh consumati nel periodo).

 

Ora, se si prende in esame una bolletta di diversi anni fa, noteremo che tale costo sarà sicuramente inferiore, ciò che cosa significa? La risposta è semplice: la spesa media annua sarà, nel tempo, sempre maggiore.

Cosa fare allora per contenere o ancor meglio per ridurre tali costi?

 

Di seguito alcuni utili consigli:

 

  • Analizzare attentamente la bolletta verificando che il costo €/Kwh sia compreso fra 0,20 e 0,25, se inferiore ancora meglio, in caso contrario cambiare gestore;

  • Analizzare attentamente la bolletta verificando in quali fasce orarie si registrano i consumi maggiori e adottare, se possibile, misure correttive;

  • Un ottimo isolamento dell’edificio (interventi su tetto, pareti e infissi) contribuisce notevolmente a ridurre i consumi per riscaldamento e condizionamento, inoltre questi interventi sono soggetti alla detrazione in dieci anni del 50-65%;

  • Utilizzare energia prodotta da fonti rinnovabili: oggi un impianto fotovoltaico con potenza 3 Kw, costa circa 5.000 € di cui il 50% si porta in detrazione, tale impianto inoltre consente di produrre tutta l’energia consumata. In dieci anni, trascurando l’aumento del costo a Kwh, si spenderebbe una somma pari a 5.000-7.500 €!

  • Utilizzare elettrodomestici di classe superiore alla A+;

  • Tendere all’impiego della domotica;

  • Non tenere gli apparecchi in stand-by;

  • Sfruttare il più possibile la luce naturale;

  • Ricorrere alla diagnosi energetica è utile per vedere i costi/benefici che si avrebbero da eventuali interventi sull’edificio;

  • Utilizzare lampade ad alta efficienza energetica (LED);

  • Effettuare la manutenzione ordinaria (una volta l’anno) della caldaia.


 

About Stefano

Leave a Comment