Senza categoria

Riscaldamento-Condizionamento-ACS

Posted at 10 giugno 2017 | By : | Categories : Senza categoria | 0 Comment
Riscaldamento-Condizionamento-ACS

 

 € 1.300-1.900 è la spesa media annua che sostiene un  nucleo familiare di 4 persone che vive in un edificio residenziale di medie dimensioni. Si tratta della spesa maggiore relativamente alle utenze. Anche in questo caso, come nel precedente articolo, è importante sottolineare e ricordare che tale costo, nel tempo, tenderà inevitabilmente ad aumentare.

 

Ma quali sono i parametri che incidono su tale costo?

Diciamo che i parametri sono molteplici ma quelli indubbiamente più importanti sono i seguenti:

 

  • tipologia di combustibile;

  • tipologia d’impianto;

  • corretta progettazione dell’impianto;

  • temperatura ambiente interna;

  • isolamento termico dell’edificio;

  • esposizione dei vani.


 

Ora se diamo per scontato che l’impianto sia stato progettato a regola d’arte, che la temperatura ambiente interna sia impostata secondo i valori normativi (18° min in inverno e 26° max in estate) e che anche l’esposizione dei vani sia corretta, notiamo che i parametri di riferimento restanti sono: l’isolamento termico dell’edificio, la tipologia di combustibile e la tipologia d’impianto.

 

Avrete sicuramente sentito parlare di classe energetica di un edificio, o meglio ancora di certificazione energetica di un edificio, possiamo dire che tale analisi ci fornisce informazioni sul “consumo energetico” di un immobile, ovvero su quanta energia è necessaria per soddisfare i vari bisogni connessi al suo uso standard.

 

Quindi ricapitolando, la certificazione energetica suddivide l’edificio in classi energetiche, in base alla quantità di energia consumata.

 

Questa energia si esprime in: Kwh/mq/anno e 10 Kwh corrispondono a 1 lt di gasolio o 1 mc di gas.

 

Le classi energetiche vanno dalla A (edificio meno energivoro e quindi più efficiente) alla G (edificio più energivoro e quindi meno efficiente).

Per una maggiore comprensione facciamo un esempio: è stato redatto un APE (Attestato di Prestazione Energetica) per un edificio avente una superficie abitativa di 125 mq, il valore risultante è: E 263,8 Kwh/mq/anno.

Ciò significa che questo edificio ha una classe energetica E e un consumo annuo di energia di 263,8 Kwh/mq/anno, che corrispondono a circa 3.300 lt di gasolio o 3.300 mc gas (263,8x125/10), che in termini di costi equivalgono, in entrambi i casi, a circa 3.300 €.

E’ evidente che si tratta di un edificio energivoro e quindi poco efficiente.

Visto che quando si redige una certificazione energetica, si prendono in esame elementi quali la tipologia degli  impianti e le caratteristiche tecniche dell’involucro edilizio, se come anticipato all’inizio dell’articolo, diamo per scontato un impianto ben fatto e di ultima generazione, possiamo dedurre che le caratteristiche tecniche dell’involucro edilizio, rivestono un ruolo di fondamentale importanza!

In sostanza un involucro edilizio ben isolato termicamente è sinonimo di efficienza e bassi costi di gestione.

Dedichiamo infine quest’ultima parte dell’articolo alla tipologia dei combustibili (vedi tabella), importante anch’essa ai fini di una riduzione dei costi qualora non si vogliano effettuare interventi mirati all’isolamento dell’involucro edilizio, interventi normalmente più costosi ma sicuramente da preferire perché risolutivi.

La tabella, oltre ad indicare  il prezzo indicativo di un certo numero di combustibili ed altre caratteristiche, evidenzia il confronto dei costi ai fini del raggiungimento del fabbisogno termico per un immobile tipo.






































































Tipologia COMBUSTIBILE Unità’ di misura dell'energia prodotta POTERE CALORIFICO (quantità di energia prodotta per unità) Equivalenza in KWh del Potere Calorifico Prezzo di acquisto del combustibile Confronto costi orari combustibile per il raggiungimento del fabbisogno termico di due immobili di 100 mq poco e molto isolati termicamente
GAS METANO              Kcal/mc         8500       10  €/mc 1,03 1,24 0,31
G.P.L.     Kcal/lt         6070         7,3 €/lt 1,14 1,87 0,47
GASOLIO     Kcal/lt         8250         9,6 €/lt 1,04 1,30 0,33
PELLETS    Kcal/kg         4500         5,2 €/kg 0,28 0,65 0,16
LEGNA    Kcal/kg         3500         4 €/kg 0,1 0,30 0,08
CIPPATO    Kcal/kg         3000         3,5 €/kg 0,04 0,14 0,03

About Stefano

Leave a Comment